Grey- Cinquanta Sfumature

grey

  • TITOLO: Grey
  • AUTORE: E. L. James
  • DATA DI PUBBLICAZIONE: 03/07/2015
  • PAGINE: 588
  • EDITORE: Mondadori
  • TITOLO ORIGINALE: Grey
  • DATA DI PUBBLICAZIONE ORIGINALE: 18/06/2015
  • VOTO: 5 Stelle
  • CONSIGLIATO: SI

FRASE DAL LIBRO: “Mi sto spingendo oltre tutti i limiti che ho stabilito per me stesso…”

Signore e Signori ecco a voi Christian Grey! Dalla famosissima serie di 50 Sfumature ecco il primo libro visto totalmente con gli occhi del nostro Dominatore preferito!

È inutile raccontare la storia, soprattutto per tutti coloro che hanno già letto Cinquanta Sfumature di Grigio. Ho scaricato l’ebook all’una di notte e non mi sono fermata fino alle 5:20 del mattino, momento in cui sono crollata (chi di voi mi segue su Twitter lo sa bene)…inutile dire che l’ho divorato. Mi è piaciuta molto l’idea della storia raccontata da un altro punto di vista. La scrittrice aveva dato un assaggio di come sarebbe stato in uno dei libri precedenti (penso Cinquanta Sfumature di Rosso), pubblicando il primo e secondo capitolo. Come molti sanno, la serie con protagonisti Anastasia Steele e Christian Grey nasce da una fan fiction ispirata a Twilight, di cui si ritrovano molti caratteri (l’animo tormentato di lui, lo spirito da crocerossina di lei, la famiglia di lui che rasenta la perfezione, lei che decide di vivere una parte della sua vita con il padre mentre la madre cambia marito e vive lontano…devo continuare?). Anche se sembra che E. L. James non abbia fantasia, non bisogna farsi ingannare….dopotutto è riuscita a scrivere tre libri che hanno ridefinito molte dell’idee sul sesso del grande pubblico. Che sia stato un bene o no, non è dato a me di commentare, ma è impossibile negare l’evidenza.

Tornando al libro, mi ha molto incuriosita la mentalità di Christian. Qui chiamo in causa i maschietti con una domanda diretta: Ma voi uomini vi ritrovate in questo modo di ragionare? Nel senso che, lasciando da parte le particolarità di un personaggio molto complicato, lo trovate un ragionamento maschile? Perché, secondo me, il ragionamento di Mr. Grey è venato da una forte caratterizzazione femminile. Mi sembra anche abbastanza ovvio, poiché il libro è stato scritto da una donna, e semplicemente noi donne non ragioniamo come voi uomini. Detto questo il ragazzo sembra essere perfetto, ovviamente escludendo tutte quelle paranoie sadomaso di cui molte di noi farebbero volentieri a meno. Tra noi fanciulle… un uomo  che si strugge così intensamente per la sua donna e che è dotato di una così forte passione, è il sogno segreto di tutte noi. Rimane comunque piacevole vedere ed esaminare la mentalità maschile, così preclusa a noi. Da notare che Christian ragiona molto con le parti basse, che sembrano anzi essere dotate di volontà propria. Su questo punto ho un piccolo dilemma…ma quanto poco dura il nostro Grey? Sarà pure molto intenso ma per dirla in termini moderni…assomiglia molto a Fastweb! Comunque Ana non sembra lamentarsene, anche perché il giovanotto ha un incredibile capacità di ripresa. Poveri uomini, avrete un bel da fare a reggere il paragone che ci siamo create dentro la nostra testa!

Le parti che mi sono piaciute di più sono state il finale e il racconto dei suoi incubi/ricordi, che riescono a caratterizzarlo meglio di qualsiasi descrizione. Il finale è molto intenso poiché (questo NON è uno SPOILER se avete letto gli altri libri) ci fa capire veramente l’affetto profondo che Christian prova per Ana e il procedimento mentale che lo porto a scoprire di avere più bisogno di lei che del suo stile di vita (che tenero), argomento che ovviamente non era stato così approfondito nei precedenti libri e che mi ha sempre incuriosito. Un’altra cosa interessante di questo libro è il poter osservare come si comportano le altre persone (la sua famiglia, Taylor, Mrs Jones…) con lui, e di come in realtà gli siano affezionate senza che lui se ne accorga davvero o ci dia peso.

In conclusione: se avete letto gli altri libri non potete non leggere questo! Oltretutto lo consiglio a tutti i maschietti che non hanno letto i primi libri: potrebbe risultare più facile leggerlo da un punto di vista maschile. Cinque stelle perché.. eddai…è Mr. Grey!

Un abbraccio,

Diana

6 commenti

Archiviato in libri, Mondadori

Regina Rossa

regina rossa

  • TITOLO: Regina Rossa
  • AUTORE: Victoria Aveyard
  • DATA DI PUBBLICAZIONE: 01/06/2015
  • PAGINE: 425
  • EDITORE: Mondadori
  • TITOLO ORIGINALE: Red Queen
  • DATA DI PUBBLICAZIONE ORIGINALE: 10/02/2015
  • VOTO: 5 Stelle
  • CONSIGLIATO: SI

LA FRASE DAL LIBRO: “Chiunque può tradire chiunque

Buongiorno a tutti! Mi scuso per l’assenza di qualche giorno, ma purtroppo ho dovuto preparare un esame…nel frattempo però ho anche letto per voi!

Oggi parliamo di “Regina Rossa” della scrittrice emergente Victoria Aveyard, la quale si è dimostrata possedere molto talento. Il libro appartiene al genere distopico, che in questi anni sembra andare molto di moda soprattutto dopo Hunger Games e Divergent che hanno sorpassato i vampiri. La storia è ambientata in modo che sembra essere il nostro, dopo una furiosa guerra che l’ha totalmente cambiato. In questo mondo vivono i “rossi”, persone normali al servizio degli “argentei”, un popolo dominante, caratterizzato dal sangue argenteo e da poteri straordinari che sembrano farli discendere dagli dei. In questo mondo diviso vive Mare, una rossa che sembra argentea e che è destinata a cambiare per sempre il destino del suo Paese.

Ho letto il libro in neanche due giorni e devo dire che mi ha veramente appassionato. Ho trovato la trama della prima parte del libro molto simile a un libro che ho già letto, “The Selection” di Kiera Cass: la parte in cui il principe Cal deve scegliere la futura sposa attraverso una competizione è la base del libro (e della serie) di Kiera. La storia scorre con facilità e naturalezza, portandoti a vivere in prima persona le imprese e gli intrighi della protagonista. I personaggi sono interessanti e non vengono descritti nei minimi dettagli, lasciando quell’aura di mistero e permettendo al lettore di immaginarseli liberamente. Victoria è riuscita a ridurre tutto all’essenziale, togliendo inutili fronzoli: ogni personaggio è fondamentale per un pezzo della storia, e la storia stessa non si perde in inutili discorsi. Tutto questo fa in modo che il libro abbia un’aria fresca e naturale, come non si leggeva da un po’. Senza fare spoiler il finale è tutto un colpo di scena, lasciandoci incerti sul destino di alcuni personaggi e facendoci dispiacere per altri…( questa politica dei no-spoiler mi distruggerà!). La parte sentimentale non è molto approfondita, ma credo sia meglio così, perché sarebbe stata prematura; sono sicura che nel secondo libro troverà il suo naturale sviluppo.

Consigliato perché: non è noioso e anche se affronta temi e trame in certo senso già visti, la scrittrice è riuscita a rielaborarli con grande maestria e fantasia. Le cinque stelle sono più che meritate!!!

Un abbraccio,

Diana

P.S. Attenti alla matrigna cattiva! 😉 😉

Lascia un commento

Archiviato in libri, Mondadori

Lontano da te

lontano da te

  • TITOLO: Lontano da te
  • AUTORE: Jennifer L. Armentrout
  • DATA DI PUBBLICAZIONE: 28/05/2015
  • PAGINE: 343
  • EDITORE: Casa Editrice Nord
  • TITOLO ORIGINALE: Wicked
  • DATA DI PUBBLICAZIONE ORIGINALE: 8/12/2014
  • VOTO: 5 Stelle
  • CONSIGLIATO: SI

Eccomi di nuovo! Oggi si parla di “Lontano da te”.

La storia parla di un Ordine nascosto, che da secoli ci protegge da una grave minaccia: i fae. All’interno di quest’Ordine è cresciuta Ivy Morgan, la nostra protagonista, a cui toccherà fare i conti con un terribile segreto, aiutata da i suoi amici e da forse da un nuovo amore…

Devo dire sono stata molto colpita da questo libro. L’autrice, Jennifer L. Armentrout, mi rivela ancora una volta una bravissima romanziera. Con questo libro e con la serie “Lux” (di cui l’ultimo capitolo “Opposition” esce oggi) è riuscita a reinventare il nostro mondo con un’esauribile fantasia. L’universo di “Lontano da te” è avvincete e pieno di una combattiva vitalità. I personaggi sono umani, descritti nei loro pregi e nei loro difetti, a differenza di altri romanzi che creano protagonisti al limite del divino. Bellissimo il personaggio di Ivy, descritta come un’odierna Merida (Ribelle-The Brave, Disney), anche se il mio preferito rimane Campanellino, un folletto teppista fan  di Harry Potter (come si può non adorarlo?). Sono rimasta molto colpita anche dalla vena sfacciatamente erotica di alcune scene. Seppure la scrittrice avesse già fatto sfoggio di alcune situazioni un po’ piccanti nei libri precedenti, nulla al confronto rispetto alla passione da Ivy e Ren.

Cinque STELLE perché: ho letto il libro tutto di un fiato e aspetto con ansia il secondo capitolo. La trama è avvincente e il colpo di scena finale, anche se era possibile predirlo, lascia con il fiato sospeso. Consigliato a tutti quelli appassionati al genere fantasy/youg-adult, soprattutto alle ragazze che hanno voglia di sognare ad occhi aperti amori bellissimi…

Un abbraccio!

Diana

1 Commento

Archiviato in Editrice Nord, libri